Immagine di copertina Sedi e orari

Assegno Unico e Universale 2023, tutte le informazioni utili

Informazioni Patronato Inca - 21/12/2022

Dal 1° marzo 2023 chi è già beneficiario di AUU non deve presentare nuova domanda, necessaria invece in tutti gli altri casi (nuovi beneficiari, domande decadute, respinte, revocate, rinunciate)

DOMANDE GIÀ ACCOLTE
Dal 1° marzo 2023
l'Assegno unico e universale (AUU) per i figli a carico è erogato in automatico dall'INPS ai nuclei che hanno presentato domanda, accolta e in corso di validità, nel periodo gennaio 2022-febbraio 2023.

É obbligatorio:

  • richiedere la DSU e rinnovare l’attestazione ISEE per poter beneficiare dell’importo effettivamente spettante (diversamente verrà erogato l'importo minimo); presentando l'ISEE entro il 30 giugno 2023, gli importi già eventualmente erogati tra marzo e giugno 2023 saranno adeguati con gli eventuali arretrati dovuti
  • comunicare eventuali variazioni (nascita di figli, variazione/inserimento della condizione di disabilità, separazione, variazioni IBAN, maggiore età dei figli) per integrare la domanda già trasmessa

NUOVE DOMANDE
Deve presentare domanda di AUU, utilizzando un ISEE in corso di validità:

  • chi non ha mai richiesto l’Assegno Unico
  • chi ha presentato domanda prima del 28/02/2023, ma la stessa risulta "Respinta", "Revocata", "Rinunciata" o "Decaduta"

Presentando domanda entro il 30 giugno 2023 l’AUU è riconosciuto dal mese di marzo, altrimenti dal mese successivo alla domanda.


CONTATTI
Per rinnovare l'ISEE e/o presentare nuova domanda entro il 30/06/2023, fissa un appuntamento al CAAF CGIL, chiama il numero unico 0422 4091 - tasto 2 o scrivi una mail a caaftv.treviso@cafveneto.it

Per inoltrare la comunicazione di variazioni su domande già accolte e in corso di validità, fissa un appuntamento al Patronato INCA, chiama il numero unico 0422 4091 - tasto 3 o i numeri delle sedi, consultabili a questo link


INFORMAZIONI GENERALI
L'Assegno Unico e Universale (AUU) è una misura di sostegno economico per le famiglie, erogata su richiesta per ciascun figlio a carico, dal 7° mese di gravidanza fino al compimento dei 21 anni di età (in presenza di determinati requisiti) e senza limiti di età in caso di disabilità. L’importo dell'AUU varia in base alla condizione economica del nucleo familiare, determinata sulla base di ISEE valido, tenuto conto dell’età e del numero dei figli nonché di eventuali situazioni di disabilità dei figli. In assenza di ISEE o con ISEE superiore a 40.000 € viene riconosciuto solo l'importo minimo. Dal 2022 l'AUU sostituisce tutti i precedenti benefici (ANF, Detrazioni fiscali figli fino a 21 anni, Bonus nascita e bebè), ma è compatibile con il Bonus Nido e l'Assegno di Maternità dei Comuni.

Quando la domanda risulta accettata e in corso di validità, l'importo spettante viene accreditato ogni mese dall’INPS sul conto corrente del richiedente e non in busta paga.

Per maggiori informazioni, CLICCA QUI