Immagine di copertina Sedi e orari

SPORTELLO DIMISSIONI intercategoria

Per contrastare il fenomeno delle dimissioni in bianco, che penalizza in particolare alcune categorie di lavoratrici e lavoratori, dal 12 marzo 2016 le comunicazioni vanno trasmesse unicamente in via telematica accedendo al sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Chi deve comunicare le proprie dimissioni o la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro può procedere autonomamente, se in possesso del PIN dispositivo Inps, oppure rivolgersi allo Sportello Dimissioni, attivo nelle sedi CGIL, e abilitato al servizio. Consulta gli orari!

La comunicazione telematica non si applica:

  • durante il periodo di prova
  • ai dipendenti della pubblica amministrazione
  • alle lavoratrici e ai lavoratori domestici
  • in caso di risoluzione convalidata in sede protetta

Inoltre

  • le dimissioni di una lavoratrice in stato di gravidanza, o di un genitore, sia madre che padre, entro i 3 anni del figlio o entro 3 anni dall’ingresso nel nucleo familiare in caso di adozione o affidamento di minore, vanno convalidate personalmente dal/la lavoratore/trice all’Ispettorato Territoriale del Lavoro provinciale competente
  • le dimissioni volontarie a fini pensionistici vengono trattate telematicamente dal Patronato INCA in sede di invio della pratica pensionistica
  • le dimissioni per giusta causa, vengono comunicate telematicamente dall’Ufficio Vertenze CGIL

Informazioni e documentazione necessaria

  • Documento d’identità in corso di validità
  • Codice Fiscale
  • Indirizzo mail del/la lavoratore/trice
  • Contratto di assunzione
  • Ultima busta paga
  • Dati e contatti dell’azienda (intestazione, Codice Fiscale e/o Partita Iva, indirizzo mail e/o PEC)
  • Data di decorrenza delle dimissioni, considerato il preavviso

Comunicazione tutti i contenuti recenti

Non ci sono contenuti da visualizzare.