COLF e BADANTI

Si possono rivolgere a noi le famiglie che hanno bisogno di colf, badanti e baby-sitter per informazioni precise riguardo alle pratiche necessarie alla gestione del rapporto.

Sotto la supervisione di un professionista abilitato, offriamo un servizio completo e sicuro, a tariffe vantaggiose, garantendo la corretta applicazione delle normative di legge e contrattuali vigenti, individuando i possibili benefici fiscali per il datore di lavoro.

STESURA DEL CONTRATTO e ADEMPIMENTI
Dopo l’assistenza alla stesura del contratto di assunzione trasmettiamo all’INPS la denuncia di inizio del rapporto di lavoro e ne seguiamo tutte le attività connesse fino alla cessazione.

BUSTA PAGA
Elaboriamo mensilmente la busta paga, riportando eventuali eventi come ferie, malattia, infortunio, permessi, straordinario, festività, calcoliamo il TFR e predisponiamo annualmente il modello CU.

CESSAZIONE
Alla chiusura del rapportodi lavoro, invieremo la comunicazione di cessazione all’INPS, calcoleremo le spettanze maturate dal lavoratore e vi seguiremo anche nella stesura delle lettere di dimissioni e di licenziamento. Il Patronato Inca Cgil predisporrà l’eventuale domanda di disoccupazione del lavoratore.

CONTRIBUTI
I contributi si versano all’INPS trimestralmente con il modello MAV che viene recapitato al datore di lavoro, ma che noi rielaboriamo tenendo conto delle effettive settimane lavorate e della contribuzione obbligatoria per la Cassa Colf.

CASSA COLF
Fornisce prestazioni assistenziali ai lavoratori e datori di lavoro domestico. Il contributo è obbligatorio. Versando alla Cassa si ha diritto al rimborso fino a € 300 l’anno per tickets diagnostici, € 20 di diaria giornaliera per ricovero ospedaliero e la successiva convalescenza.
IL datore di lavoro ha diritto ad una copertura assicurativa in caso di decesso o invalidità permanente del proprio dipendente (rischi Inail) e il contenzioso legale.

...ESSERE IN REGOLA CONVIENE!
Non assolvere agli obblighi di legge in caso di assunzione di lavoratori domestici, tardare od omettere l’invio delle comunicazioni obbligatorie, occupare in nero lavoratori extracomunitari o privi di permesso di soggiorno, comporta sanzioni anche molto pesanti.

BENEFICI FISCALI
Il datore di lavoro, per la quota a suo carico, potrà beneficiare della deducibilità in dichiarazione dei redditi, del versamento dei contributi Inps fino all’importo massimo di € 1.549,37 e della detraibilità del 19% su una spesa massima di € 2.100,00 per l’assistenza a persona invalida.